venerdì 20 aprile 2018 22:18
default-logo

Giardini Naxos. Arrestato 18enne per spaccio di sostanza stupefacente

Giardini Naxos (Messina). Alle prime ore di oggi, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Taormina, nell’ambito dei servizi di prevenzione tesi a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel comprensorio giardinese, hanno arrestato un 18enne nativo del catanese sorpreso in possesso di poco meno di dieci grammi di sostanza stupefacente già suddivisa in dosi e pronta per essere immessa sul mercato locale. I Carabinieri della gazzella dell’Arma sono entrati in azione sul lungomare del centro rivierasco, quando la loro attenzione veniva attratta dallo strano comportamento di un giovane, che si trovava seduto su un muretto prospiciente quella strada. In particolare, alla vista della vettura dei Carabinieri, il giovane ha subito mostrato un certo disagio che ha attirato l’attenzione dei militari dell’Arma. Nella circostanza del controllo, i Carabinieri rinvenivano nascosta sotto la gamba del giovane, un involucro contente una dose di sostanza stupefacente del tipo marijuana. A quel punto, i militari procedevano ad effettuare una perquisizione personale del fermato identificato poi come V.P. di 18 anni nato a Catania ma residente a Giardini Naxos, incensurato, rinvenendo circa 8 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in 5 dosi di cui tre occultate all’interno della biancheria intima ed una all’interno di una tasca della felpa, nonché 60 euro in banconote di vario taglio ritenute provento di attività illecita che venivano sottoposte a sequestro unitamente alla sostanza stupefacente. Il giovane al termine degli accertamenti è stato quindi associato presso la camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos, in attesa di essere giudicato nella giornata odierna presso la Sezione Distaccata del Tribunale di Taormina, nel corso dell’udienza che si terrà con rito direttissimo.

About the Author

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo