giovedì 19 aprile 2018 13:48
default-logo

Guardavalle. Da giovedì a domenica il Palio del Ciuccio 2014: ecco il programma

Guardavalle (Catanzaro). Il Palio del Ciuccio dell’Agriturismo Fassi di Guardavalle è uno degli eventi calabresi di punta. L’evento storico-popolare sicuramente più bello ed entusiasmante dell’estate nella terra di Calabria. Quest’anno è giunto alla sua X edizione e per l’occasione è stato predisposto un programma speciale, ricco di novità e interessanti iniziative. Una manifestazione che non sia solo divertimento per gli spettatori e competizioni tra gli antichi Rioni della cittadina jonica della Provincia di Catanzaro, ma anche conoscenza e valorizzazione dell’asino, che è il protagonista assoluto della quattro giorni. Quattro giorni di festa, di ospitalità e accoglienza, dal 4 al 7 settembre 2014. Saranno quattro giornate piene per l’Agriturismo Fassi, pronto ad accogliere nel suo spettacolare circuito l’animale più simpatico per eccellenza: l’asinello. Ad organizzare, l’Associazione Palio del Ciuccio e il Consorzio Turistico Riviera dei Bronzi dei Fratelli Guido, con la collaborazione del Comune di Guardavalle e della locale Pro Loco. La manifestazione ha registrato negli anni un apprezzamento e un coinvolgimento di popolo sempre maggiore. Il Palio del Ciuccio richiama ogni anno all’Agriturismo Fassi e, quindi, a Guardavalle, numerosi turisti e visitatori curiosi di assistere a questo suggestivo evento che risveglia negli abitanti dei vari Rioni uno straordinario e divertente senso di appartenenza. Una maratona all’insegna del divertimento e del gusto, che torna ogni anno alla prima domenica di settembre e nei giorni precedenti e che ha il suo momento clou nella gara con i ciucci, che viene rievocata sulle ali di vecchie leggende legate alla storia secolare di Guardavalle. Tanto divertimento e non solo: abboffate golose, mostre, sfilate e cortei in costume. Un’autentica rievocazione delle tradizioni e delle peculiarità della gastronomia calabrese. Durante lo svolgimento del Palio del Ciuccio saranno allestite bancarelle con scene di vita d’epoca, mercati popolari e giochi, rispettando fedelmente le regole e le cadenze di un tempo lontano. Le quattro serate saranno allietate da gruppi etnico musicali provenienti dalle aree più rappresentative della Calabria e che parteciperanno al Fassi Festival. L’evento sarà inoltre accompagnato dalle migliori compagnie di giochi storici, a cominciare da quello con le bandiere, e dai rappresentanti dei più affermati artisti di strada a livello nazionale. Verrà emesso un annullo filatelico da Poste italiane; l”annullo filatelico è un bollo unico, realizzato appositamente per la X edizione del Palio del Ciuccio dell’Agriturismo Fassi. Perciò, Sabato e Domenica, viene data la possibilità al pubblico partecipante di ottenere un ricordo dell’evento e, allo stesso tempo, di possedere un pezzo unico da collezione. Poste Italiane saranno presenti alla manifestazione e nel patio dell’Agriturismo vi allestiranno un vero e proprio distaccamento dell’ufficio postale centrale. Sarà messo a disposizione del pubblico un bollo realizzato per l’occasione, con la data e la denominazione della manifestazione. Il pubblico avrà la possibilità di acquistare le cartoline create in occasione dell’iniziativa e, recandosi allo stand delle Poste Italiane, potrà acquistare e apporre sulla cartolina l’apposito timbro dell’annullo filatelico. L’intera manifestazione si concluderà con girandole e fuochi artifiziosi, insieme al famoso “Ballo del ciuccio di fuoco”. “Lo scopo della manifestazione – dichiara il rappresentante dei Fratelli Guido, che organizzano il Palio del Ciuccio – è quello di promuovere e valorizzare un animale, l’asinello, che nel passato rappresentava un bene prezioso per ogni famiglia di Guardavalle e non solo, ma anche quello di far conoscere a un’ampia platea il nostro territorio, la sua cultura e la sua storia, nonchè le strutture e i servizi del Gruppo Riviera dei Bronzi, oltre all’Agriturismo Fassi, il Villaggio Faro Punta Stilo e il Lido Europa, sul mare, il Museo Pietrarotta e la Beauty Farm Salus, altre realtà del Gruppo incastonate nel paesaggio del Fassi”. Tutti gli Eventi sono ad ingresso libero.
Il programma del palio
GIOVEDI’ 4 SETTEMBRE
ore 19,00 – Raduno dei Gruppi partecipanti al Festival Fassi, musica etnico-popolare contemporanea.
ore 20,30 – L’Attesa – Ristorante Agriturismo Fassi – Serata conclusiva dei Giovedì Golosi – Selezione del migliore Vino del Contadino 2014 – CENA PROPIZIATORIA aspettando il Palio, a base di prodotti tipici dell’enogastronomia del territorio – A seguire, nel Campo del Palio, esibizione dei Gruppi musicali.
VENERDI’ 5 SETTEMBRE
ore 10,00 – Estemporanea di pittura e murales sul tema dell’evento, a cura dell’AICS, Associazione italiana cultura e sport, Comitato provinciale di Catanzaro.
ore 11,00 – Iscrizione e Sorteggio dei 6 Rioni partecipanti al Palio 2014 – Assegnazione degli asinelli. Prove libere nel Campo del Palio.
ore 16,00 – I Burattini medioevali, a cura di Acqualta Teatro.
ore 17,00 – Guardavalle marina – Piazzale della Chiesa – Avvio del Magnifico Corteo con sbandieratori, archibugieri, trampolisti, fachiri, sputafuoco, giocolieri, giullari, musici, canterini, danzatrici orientali, dame e cavalieri, spadaccini.
ore 19,00 – Ingresso dei Gruppi storici e artisti di strada nel Borgo Antico di Guardavalle Centro – Corteo, spettacoli itineranti e in Piazza Immacolata.
ore 21,00 – Apertura della Festa in Agriturismo con tutti gli Artisti – Il Mercato del Palio con prodotti tipici e di artigianato – Taverne e stand gastronomici con ampia scelta di piatti tradizionali – Spettacoli e animazioni itineranti, concerti di musica etnico-popolare dal vivo, in tutto il circuito dell’Agriturismo Fassi e del Museo Pietrarotta, fino a notte inoltrata.
SABATO 6 SETTEMBRE
ore 11,00 – Il Teatro medioevale dei Burattini.
ore 17,00 – Campo del Palio – Prove dei Giochi storico-popolari e col Ciuccio per l’ordine di gara.
ore 18,00 – Apertura Mercato del Palio – Burattini a teatro.
ore 20,00 – Apertura taverne e stand enogastronomici – Inizio spettacoli e animazioni itineranti.
ore 21,30 – Campo del Palio – Evento spettacolare “Lo Spirito del Fuoco”.
ore 22,00 – Campo del Palio – “Magarìa”, Concerto del Maestro Antonio Grosso & Le Muse del Mediterraneo.
DOMENICA 7 SETTEMBRE
ore 11,00 – Il Teatro medioevale dei Burattini.
ore 17,00 – Terrazza Museo Pietrarotta – Avvio del Magnifico Corteo Storico – Ingresso al Campo del Palio – Presentazione delle squadre dei Rioni – Cerimonia della Benedizione dei Ciucci e dei Fantini – Giuramento dei partecipanti alle Contese della Festa – Bando del Palio – Giochi delle Bandiere – Inizio delle Contese ai Giochi storico-popolari intramezzate dalla esibizione dei vari Gruppi di artisti del Palio – LA CORSA DEL PALIO con i Ciucci montati “a pelo” – Proclamazione del Vincitore – IL BALLO DEL CIUCCIO DI FUOCO. L’incendio della Rocca.
ore 18,00 – Agritur Fassi – Apertura Mercato del Palio – Burattini a teatro.
ore 20,00 – Apertura taverne e stand enogastronomici
ore 21,00 – Inizio spettacoli e animazioni itineranti.
ore 21,30 – Campo del Palio – Evento spettacolare, tra teatro e magie, “Fuoco Antico”.
ore 22,00 – Campo del Palio – “Suoni e ritmi dalla Calabria”, Concerto del Gruppo Lisa Rusa.
GLI EVENTI DEL PALIO DEL CIUCCIO 2014
LA MAFALDA INNAMORATA
Spettacolo di burattini medioevali a guanto. Una classica fiaba popolare ispirata al mondo medioevale con principi e principesse alle prese con streghe e draghi. Indovinelli e malefici sono il pane quotidiano dei piccoli protagonisti di legno, che insieme a numerosi personaggi chi buono…e chi cattivo cercheranno di coronare il loro sogno di matrimonio.
SORELLE BACIADOR
Animazione itinerante su trampoli. Direttamente dalla “caliente” Spagna due alte e prosperose sorelle, sempre in cerca di un principe azzurro. Occhio perché le Sorelle Baciador…baciano…chiunque vedono!
ATTENTI! La fregatura è sempre dietro l’angolo!
BESTIARIO MEDIOEVALE
Animazione e favole animate con gli uomo-animale medievali. Due personaggi uomo-animale in abito medievale che animano e divertono gli ospiti in itinere e raccontando favole animate.
FUOCO ANTICO
Spettacolo di fuoco con artisti performer del fuoco, fuoco vivo e danza su trampoli con effetti pirotecnici. In uno scenario di luci danzanti e poderose fiamme…un antico rito va a cominciare… Spettacolo/performance coreografica di fuoco vivo, musica ed effetti pirotecnici in cui mitologiche figure, agli ordini di Prometeo, vengono evocate dall’antichità per riportare il fuoco sulla terra.
GIOCHI ANTICHI DELLE BANDIERE
Le bandiere, drappi variamente colorati e legati ad un’asta, evocano in tutti, sentimenti antichi, carichi di generazioni. Quando, lanciate, si innalzano, quasi aspirando al sole e al cielo, sembrano portare con sè i nostri sogni, le nostre aspirazioni. Nate nel medioevo, trovano oggi ricordi storici, delle antiche guerre, delle antiche feste. E’ proprio il giostrare festoso, accompagnato dall’imperioso suono dei tamburi e dell’allegro squillo delle chiarine, a garantire una grande spettacolarità e suggestione.
ARCHIBUGIERI
Avanzano compatti, saldi come un muro, uniti sotto le proprie insegne come un blocco di ghiaccio, uomini armati vengono chiamati a raccolta dal rullo di tamburi e squilli di trombe. Gli spari a salve, sempre accolti con grande entusiasmo dal pubblico, rappresentano il momento più avvincente dello spettacolo. L’esecuzione degli spari è accompagnata da ricercate ed articolate coreografie scandite ritmicamente dal rullo dei tamburi e dagli squilli delle chiarine. L’effetto scenico che ne risulta è davvero sensazionale ed immerge lo spettatore in suggestive atmosfere d’epoca evocando i sogni di gloria dei popoli antichi.
GIOCOLIERI E FACHIRI
Teatranti – saltimbanchi, musici e artisti di strada per la rappresentazione di un’arte ricca ed incantevole, folle e suggestiva: “il teatro di strada”. Personaggi unici e surreali, la poetica dell’artificio e della finzione. Una miscela esplosiva di giocoliere, mangiafuoco, danze, musica e giganti dalle gambe lunghe. Una pratica teatrale giocosa e coinvolgente che rende il pubblico protagonista di un sogno. Artisti che oltre a dominare serpenti e fuoco camminano e si sdraiano su chiodi e vetri con semplicità e magia. Un’arte fatta con pochi mezzi e tanti lazzi, che nasce con fiaccole infuocate e pubblico incantato. Spettacoli ad alta tensione e divertimento.
DANZATRICI DEL VENTRE
L’arte del rendere visibile la musica. La bravura delle danzatrici orientali sta nella loro abilità di sentire la musica e trasformarla in movimento. Il corpo diventa quello strumento musicale che visualizza quanto gli altri strumenti dell’orchestra fanno sentire. Il gruppo formato da due danzatrici percorre la strada della danza orientale dalle origini alla belly dance. Danza su percussioni, veli, bastone ali di iside e quanto di meglio ci ha regalato la cultura araba, che spesso ha posto insediamenti nelle terre del Sud e a Guardavalle.
LO SPIRITO DEL FUOCO
Il fuoco è lo Spirito e lo Spirito è l’elemento divino in noi, il non-manifesto. Il fuoco è dentro di noi,
lo Spirito è dentro di noi, dobbiamo solo accenderlo. Uno spettacolo magico per grandi e bambini; una dimensione surreale disegna il buio di bagliori inattesi. Sembra quasi che gli artisti riescano a fermare il tempo con il fuoco, con la maestria delle loro tecniche, con la fluidità dei loro movimenti e con l’amore per quest’arte!
STRINARI DI CALABRIA
Si ispirano al massimo rispetto delle tradizioni popolari attraverso una rigorosissima trasposizione scenica. Le migliori melodie e balli della tradizione calabra proposti dal Gruppo nella veste di tramite delle genuine tradizioni della più antica gente bruzia.
IL BALLO DEL CIUCCIO
Un fantoccio dalla sagoma d’asino, ricoperto di fuochi d’artificio e posto in testa ad un figurante viene fatto esplodere tra danze, musiche e suoni fragorosi. Si tratta di un  rito propiziatorio e apotropaico  (che allontana la sventura) che  solitamente chiude i giochi di campo del Palio del Ciuccio dell’Agriturismo Fassi
ANTONIO GROSSO & LE MUSE DEL MEDITERRANEO
Una leggenda racconta che le Muse, impegnate in una gara di canto riuscirono, con le loro soavi melodie, ad arrestare il corso delle sorgenti e dei fiumi e che addirittura il monte cominciò a salire verso il cielo.
Una formazione insolita per un gruppo di musica etnica. Infatti il gruppo è formato, oltre che dal campione di organetto Antonio Grosso, da 5 ragazze musiciste, cantanti, ballerine con i più classici strumenti della tradizione musicale calabrese e non solo. Il Maestro Antonio Grosso dà vita a questo gruppo che si concentra nello studio della Pizzica salentina e della Tarantella Calabrese, qui si incontrano culture diverse che hanno in comune la medesima passione per la Musica Popolare.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo