giovedì 19 aprile 2018 15:36
default-logo

Turismo. Scopelliti annuncia l’arrivo di 38 voli charter da Mosca

Reggio Calabria. Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – ha annunciato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Campanella a Reggio Calabria l’arrivo di 38 voli charter da Mosca. All’incontro con i media hanno inoltre preso parte il direttore generale del Dipartimento Turismo Raffaele Rio e il dirigente del settore promozione Pasquale Anastasi.
Il piano voli che prevede 25 charter per lo scalo reggino e 13 per Lamezia Terme nel periodo che va dal 26 aprile al 18 ottobre 2013, generando 6.350 passeggeri, è realizzato con il coinvolgimento di due importanti compagnie aeree russe, la Jamal Airlines e Yakutia ed è frutto dell’intesa raggiunta con uno dei principali tour operator russi, rappresentato in conferenza stampa da Svetlana Bashkirtseva.
Significativi sono i benefici stimati per la regione con gli oltre 65 mila pernottamenti previsti, un incremento pari al 60% rispetto alle presenze registrate nel 2011, che creeranno una spesa turistica stimata intorno ai 12,5 mln di euro.
Il piano voli rientra nel più ampio pacchetto di azioni messo in campo per accrescere i flussi turistici russi in Calabria denominato “Operazione Russia”, che costituisce il primo step di una strategia che coinvolge alcuni paesi target tra cui Germania, Svezia, Svizzera, Austria, Polonia, Repubblica Ceca ed Israele.
“Questo accordo – ha dichiarato il Presidente Scopelliti – prevede un investimento da parte della Regione molto importante. Avremo 38 nuovi voli charter da Mosca, 25 per Reggio e 13 per Lamezia Terme mentre stiamo lavorando per far arrivare altri 25 voli per l’aeroporto di Crotone. Sono numeri considerevoli quelli generati da questo accordo e danno la dimensione di quanto sia strategico investire sul mercato russo poiché offre ottimi margini di crescita. A fine mese spero anch’io di presenziare al workshop che si terrà a Mosca per creare nuove partnership con i tour operator, sensibilizzare e far conoscere la ‘Destinazione Calabria’ laddove ancora non è abbastanza nota. In Russia l’aumento del reddito pro-capite ha fatto aumentare il numero di turisti e la loro capacità di spesa e noi siamo in grado di proporre un’offerta turistica molto attraente per quel mercato che predilige il mare, le bellezze artistiche e naturali, la buona cucina ed è interessato, inoltre, al turismo termale. Anche questo è un aspetto su cui intendiamo puntare”.
”Il Consiglio dei Ministri – ha dichiarato il direttore generale del Dipartimento Turismo Rio – dovrebbe approvare il piano strategico del turismo, che recepisce in parte anche il Piano Strategico di Marketing Turistico 2011-2013 della Calabria che fa da cabina di regia e guida una serie di azioni per promuovere il brand Calabria in quei paesi che hanno mostrato un forte interesse per la nostra offerta turistica. Ci stiamo impegnando su più fronti e la nostra idea è di scommettere sui nuovi canali di comunicazione che garantiscono risultati positivi senza grandi risorse. Abbiamo in mente di lanciare nel periodo di pasqua un blogger-day che coinvolga i maggiori blogger internazionali e accrescere così la reputazione del ‘brand Calabria’”.
”Il mercato russo è sempre stato ostico per la Calabria – ha aggiunto il dirigente Pasquale Anastasi – oggi finalmente apriamo questa frontiera insieme ad altri risultati positivi sul fronte del mercato tedesco e austriaco. Oggi operiamo con meno risorse di un tempo, logica conseguenza della razionalizzazione della spesa, ma con una lucida visione degli interventi riusciamo ad avere maggiore efficacia di penetrazione”.

About the Author
Blogger per caso, giornalista per passione. Iscritta all'Albo dei Pubblicisti dal 2012. Due domicili attivi: a Reggio Calabria e a Milano. Dopo una breve esperienza sulla carta stampata, vincendo la timidezza, scopre la radio con cui continua tutt'oggi a collaborare. Dal 2010 è redattrice di Newz.it. Dal 2015 collabora con la sezione Sociale di Corriere della Sera.

Articoli recenti o correlati

Commenta l'articolo